Grande successo al I° Unconventional Conference.

La conferenza è andata, e senza troppa modestia possiamo affermare che ha riscosso notevole successo (oggi in facoltà tra una discussione di tesi ed un’altra, con i professori non si parlava di altro). Nonostante le varie intemperie meteo circa un centinaio di persone hanno interagito (vi ringraziamo calorosamente!! Avete reso possibile il successo del convegno).

Ora possiamo rispondere alla domanda che ci siamo posti nello scorso post… siamo stati capaci di organizzare l’evento in soli 15 giorni con grandi risultati!

Gli ingredienti vincenti sono essenzialmente passione, spirito di gruppo e tanta, tanta ed ancora tanta tenacia a non mollare e superare i tantissimi ostacoli che si sono susseguiti (c’è sempre una border line da non superare, anche se venerdì sera… forse…!!! ;)).

In questi giorni abbiamo ricevuto notevoli apprezzamenti da parte sia dei partecipanti, sia dei relatori intervenuti (Prof. Pencarelli, Prof. Fortezza, Prof. Cioppi, Prof. Sorini, Prof. Giglietto, Dott.ssa Tolomelli (Ducati), Dott. Alex Giordano (NinjaMarketing) e Marco Bruns (A-Style)).

Siamo ancor più lieti di sapere che non tutti i partecipanti sono rimasti molto entusiasti della conferenza, questo è senz’altro uno stimolo ulteriore a migliorare ad organizzare i futuri eventi, cercando di appagare la voglia di conoscenza dei partecipanti.

A riguardo, riteniamo doveroso specificare che l’obiettivo del convegno era quello di sensibilizzare ed interessare i ragazzi, a queste nuove tendenze che si stanno diffondendo nella società e stimolare curiosità intorno ad esso.

Riteniamo che l’obiettivo è stato senz’altro raggiunto e un certo buzz si è scatenato in facoltà.

Comunicazione di servizio: appena possibile vi manderemo il paper completo dell’evento.

 

U-Staff

5 risposte a Grande successo al I° Unconventional Conference.

  1. bulla scrive:

    Ciao Ragazzi, sono un ex allievo ed ero presente …..che dire complimenti per l’iniziativa.
    Secondo me può essere un punto di partenza per approfondire le argomentazioni e magari far partire proprio un corso…..
    Come sempre grande Pencarelli che rimane fermo e puntualizza la differenza tra comunicazione e marketing.
    Giusto l’intervento del Prof. Giglietto che poteva essere il giusto gancio per parlare del passaggio dalla comunicazione di massa alla comunicazione di nicchia ma non è stato sfruttato. E’ proprio il “nativo digitale” target delle nuove strategie di marketing che vede strumento principe di comunicazione il web.
    Peccato che non c’è stato abbastanza spazio per i due casi presenti.
    Di ninjamarketing concordo per l’aspetto di viral marketing, la costruzione di un viral dna ma non solo rivolto al prodotto (potevano magari far vedre un loro case history e vedere la costruzione di un viral dna invece di fare una recensione dei vari spot virali). Anche su prodotti che non si prestano si possono costruire campagne viral ed è qui ke i “markettari” si devono “divertire”.
    Continuate così

  2. conferenza da leccarsi le orecchie!!!

    Molto interessanti i case history: Ducati e A-style.

    Mentre mi aspettavo qualcosina in più dal ninja Alex Giordano.

    ciao
    Jonathan

  3. evita scrive:

    salve ragazzi, sono una laureanda in scienze della comunicazione, la mia tesi sarà proprio sul guerrilla marketing e mi sevirebbe materiale su a-style, potete aiutarmi? grazie

  4. 4 EveR YounG scrive:

    Ciao Evita,

    ti ho mandato una mail con delle info in merito.😉

    Ciao
    4 EveR YounG

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: